Qui e ora

by

Qui e ora

Thich Nhat Hanh

 

Qui e ora

Per rendere felice una persona bisogna esserci. Si dovrebbe imparare a guardarla, a parlarle. Rendere un’altra persona felice è un’arte che si impara. Il secondo elemento che compone il vero amore è la compassione, la capacità di togliere il dolore, di trasformarlo nella persona che amiamo. Anche in questo caso bisogna praticare il guardare in profondità per riuscire a vedere che tipo di sofferenza ha in sè quella persona. Spesso avviene che l’altra persona, compresa e sostenuta, sarà in grado di affrontare più facilmente le difficoltà della sua vita, perché sentirà che siete dalla sua parte. Il terzo elemento è la gioia. Il vero amore vi deve portare gioia e felicità, non sofferenza giorno dopo giorno. Il quarto e ultimo elemento è la libertà. Se amando sentite di perdere la vostra libertà, di non avere più spazio per muovervi, quello non è vero amore.  -Thich Nhat Hanh-

sono-qui-per-te Leggi i commenti al libro <—–

 

 

 

 

Acquista il tuo libro

Il regalo più prezioso che possiamo fare a qualcuno è la nostra attenzione.
-Thich Nhat Hanh-

 

come-essere-amati Leggi i commenti al libro <—–

 

 

 

 

Acquista il tuo libro

Esiste una sintonia soprannaturale tra le anime affini. Come la corrente positiva si unisce a quella negativa per accendere una lampadina incandescente, così l’anima perfetta positiva si unisce all’anima perfetta negativa (ricettiva), per fondersi nella luce dell’amore in continua espansione.
-Paramahansa Yogananda-

coppia-illuminata Leggi i commenti al libro <——

 

 

Acquista il tuo libro

E’ importante che una persona riesca ad Amare innanzitutto se stessa sia se vuole avvicinarsi alla possibilità di essere anche capace di Amare veramente un’altra persona, sia se vuole dare all’altra persona la possibilità di Amarla veramente. Amare se stessi non ha nulla a che vedere con il narcisismo, il vero Amore implica la condivisione, il pensare e agire in “comunione di intenti” con qualcuno o con la Realtà, il narcisismo implica invece un’egocentrismo esasperato che porta all’infelice rifiuto di condividersi e non ha nulla a che vedere con l’Amore.
-Fabio Marchesi-

468 ad